Il Configuratore di Prodotto Web 3D

configuratore web 3d

Stai cercando un software configuratore di prodotto web 3D ?

Jdee è un configuratore commerciale con una forte connotazione tecnica, dotato di un’interfaccia grafica in 3D di grande impatto visivo, realizzata con le più moderne tecnologie in modo da garantire prestazioni eccellenti anche sui dispositivi mobile.

La soluzione Jdee fa leva su quattro punti di forza fondamentali in grado di assolvere tutte le problematiche tipiche di un configuratore on line:

Configuratore di prodotto con INTERFACCIA GRAFICA 2D/3D

Jdee può lavorare indifferentemente con semplici immagini bidimensionali o modelli tridimensionali, garantendo così per ogni tipo di prodotto il giusto peso alla sua rappresentazione grafica che avrà sempre il corretto impatto emotivo sull’utilizzatore finale.

Prova subito il configuratore a tre dimensioni!

Business to Business / Business to Consumer

con ecommerce integrato

Jdee può essere utilizzato nelle due modalità operative fornendo, nel caso b2c, una gestione completa della transazione fino all’incasso con carta di credito o PayPal. Nella funzionalità b2b Jdee consente la gestione di listini per cliente, indirizzi di consegna e tutto ciò che consente la gestione di clienti abituali.

CMS o API REST

Il configuratore di prodotto 3d Jdee può essere implementato in modo autonomo consentendo per mezzo di un modulo CMS integrato una realizzazione semplice e veloce di pagine web di elevata qualità, ma in alternativa può essere integrato all’interno di siti e strutture già esistenti per mezzo di API Rest implementate nel sistema.

Prova subito il configuratore a tre dimensioni!

ASPETTO TECNICO

Pur senza implementare tutte le complessità di un configuratore tecnico, Jdee è un configuratore web 3d in grado di trasmettere all’azienda ordini completi della distinta base di tutti i componenti e lavorazioni necessari per la realizzazione del prodotto richiesto.

Prova subito il configuratore a tre dimensioni!

La determinazione di quali componenti o accessori siano necessari e delle loro quantità, passa attraverso un’articolata struttura di codifica automatica che permette alla logica del sistema di ricostruirne i codici per mezzo di condizionamenti, inclusioni ed esclusioni automatiche (trasparenti all’utilizzatore), formule di calcolo che in base alle caratteristiche selezionate ed eventuali dimensioni determinino le quantità di prodotto o lavorazione richiesti. Eventuali accessori e/o adattatori potranno essere inclusi automaticamente al verificarsi delle condizioni richieste, in modo da produrre una distinta base completa di ogni parte, in modo fluido e trasparente per i clienti finali e riducendo al minimo le operazioni necessarie per il passaggio alla produzione di quanto richiesto.

Demo Configuratore Prodotto 3D - GRATIS!

Richiedi una demo gratuita compilando il form qui sotto.

Contattaci subito!

* Indica campo richiesto

Considerazioni generali

Una variabile competitiva, chiave del mercato moderno, è la capacità di offrire ad ogni singolo cliente esattamente ciò che richiede. In conseguenza di questo, le aziende sono costrette a spostare i loro sforzi da come o cosa produrre a come personalizzare i prodotti.

La principale conseguenza di questa tendenza è la “Mass Customization” (opposto di “Mass Production”). L’aumento cioè della varietà dei prodotti offerti senza rinunciare a qualità, tempi di consegna brevi ed ai costi contenuti consentiti dalle economie di scala garantite dalla produzione in serie.

Tra i vari elementi che contribuiscono al raggiungimento di questo obiettivo, i sistemi informativi ed in particolare i sistemi di configurazione, si sono rivelati una delle tecnologie più importanti.

Infatti, mentre gli strumenti tradizionali, (quasi tutti nati con ottica Mass Production), si sono dimostrati inefficienti, i sistemi software di configurazione consentono di supportare il ciclo dell’ordine di prodotti realizzati in molte varianti diverse, sia standard, sia personalizzabili.

Questi prodotti software, noti anche come CPQ (Configure Price Quote) sono generalmente suddivisi in due macrocategorie distinguendo da una parte i prodotti di natura più tecnica, caratterizzati da un’interfaccia che richiede specifiche competenze negli utilizzatori ed in grado di fornire un supporto significativo al processo produttivo e dall’altra applicazioni di profilo più commerciale, ovvero rivolti ad utenti finali e che fanno dell’interfaccia grafica (caratterizzata da bellezza e facilità di utilizzo) il loro punto di forza.

Lo scopo di questi ultimi è difatti afferente più al marketing che al supporto alla produzione, rappresentando di fatto un elemento di attrattiva per i potenziali clienti che hanno così la possibilità di acquistare prodotti modellati da loro stessi.

Cos’é la mass customization?

La mass customization (espressione inglese traducibile come personalizzazione di massa) è la strategia di produzione di beni e servizi orientata a soddisfare i bisogni individuali dei clienti e contemporaneamente preservare l’efficienza della produzione di massa, in termini di bassi costi di produzione e quindi prezzi di vendita contenuti. L’uso dell’espressione, attribuita a Stan Davis che la usò per primo nel 1986 nel saggio Future perfect, è comune in diverse discipline, quali il marketing, il management e la gestione della produzione. La strategia presuppone che le imprese produttrici siano dotate di una notevole flessibilità nelle fasi di produzione e assemblaggio e interagiscano con i clienti; questi comunicano le loro specifiche esigenze ovvero scelgono la configurazione di prodotto desiderata tra le numerose alternative possibili. Oggi, l’adozione di tale strategia fa ampio ricorso a sistemi di computer-aided manufacturing e a tecnologie di informazione e comunicazione basate sul web, che permettono di ridurre il tempo intercorrente tra manifestazione delle esigenze dei clienti e disponibilità del bene da essi richiesto. L’adozione della mass customization è tuttavia caratterizzata da alcuni aspetti critici, che talvolta ne possono ridurre l’adozione pratica. Ad esempio, perché lo strumento sia efficace, è opportuno che i clienti e l’impresa condividano il linguaggio tecnico necessario per una buona comunicazione delle specifiche desiderate per il prodotto o il servizio; ciò spesso costituisce un limite all’adozione della mass customization quando i clienti sono consumatori finali. (fonte Wikipedia).v Jdee Configuration Engine si propone come un equilibrato compromesso tra questi due mondi, offrendo da un lato un’interfaccia utente estremamente gradevole e di elevato impatto grafico, semplice e sicura, ma al contempo è in grado di fornire supporti di calcolo, condizionamento e determinazione dei componenti (sia fisici che lavorazioni) che consentono di rendere alla produzione file vettoriali, distinte base dettagliate e lavorazioni, garantendo così un valido supporto alle fasi post-vendita di realizzazione del prodotto finito.

fonte Wikipedia

Configuratore gioielli

The Jdee Way

La soluzione Jdee Configuration Engine

Un configuratore commerciale dalla forte connotazione tecnica

Per comprendere il funzionamento e le potenzialità di Jdee è necessario familiarizzare con la logica di base cui fa riferimento e che consente l’estrema duttilità che lo caratterizza.

Di fondo c’è un’impostazione estremamente naturale e vicina all’approccio istintivo dell’utente finale, ovvero quando un potenziale cliente ricerca un prodotto affine alle sue aspettative lo fa di norma riferendosi ad una categoria (o classe) di oggetti ed ad alcune caratteristiche (o proprietà della classe) che lo interessano: ad esempio per una mountain bike richiederà una taglia specifica, un materiale del telaio un determinato tipo di cambio o di deragliatore ecc… così come per una tenda da sole sarà richiesto un modello, un tessuto, delle rifiniture, il materiale del corpo, un eventuale motore, le misure ecc…

In altre parole, non esistono prodotti finiti ma categorie di prodotti cui vengono associate delle caratteristiche in quantità e tipo variabile.

Questa è esattamente la struttura di base di Jdee, l’amministratore di sistema che si occuperà di modellare i prodotti sarà libero di creare classi di oggetti a cui assocerà tutte le proprietà o caratteristiche che riterrà necessarie, comprese quelle che l’utente finale non vedrà mai ma che saranno calcolate automaticamente dal sistema (il numero di maglie necessarie per la catena, la lunghezza dei cavi, il tempo di lavorazione necessario per l’assemblaggio, eventuali adattatori ecc…).

Il tutto si tradurrà in un ambiente di configurazione estremamente naturale per l’utente finale e caratterizzato da estrema duttilità, dove i condizionamenti imposti guideranno le scelte verso configurazioni tecnicamente valide e realizzabili e dove il calcolo del prezzo finale sarà dato dalla somma dei singoli cosi di ciascun componente e di ciascuna lavorazione necessaria, ivi compresi i componenti introdotti automaticamente dal sistema come adattatori o schede di controllo resi necessari dalle scelte operate dall’utente finale.

Il tutto navigando in modo visuale all’interno di una accattivante interfaccia in 2 o 3 dimensioni

L’utente avrà sempre il controllo dell’intero processo, potendo visionare costantemente l’impatto delle sue scelte, sia a livello grafico (i modelli 3d possono rendere la navigazione tra le opzioni davvero coinvolgente e realistica) che nel dettaglio offerto dalle box di riepilogo dove potrà apprezzare l’elenco completo dei vari componenti scelti ed il loro costo.

Configuratore scarpe

Le entità di base e principali caratteristiche

Interfaccia grafica

Ponendosi soprattutto come configuratore commerciale l’interfaccia utente riveste un ruolo fondamentale e soprattutto è vitale che questa sia liberamente customizzabile dall’amministratore di sistema al fine di renderla il più possibile aderente alla linea grafica dell’azienda e del sito con cui dovrà coesistere.

Due o tre dimensioni?

Probabilmente non esiste una risposta certa valida per ogni prodotto, per quanto possa essere di sicuro impatto la scelta 3d potrebbe non essere adatta a prodotti che non fanno del loro aspetto un elemento significativo del processo di vendita.

Per questo motivo l’amministratore di sistema potra decidere liberamente per ciascuna classe di oggetti se questa sarà rappresentata per mezzo di modelli 3d o semplici immagini 2d

Configuratore Rocky

Content Management System

Nei casi in cui l’azienda sceglierà di richiamare le pagine di configurazione partendo da un sito esistente, sarà opportuno rendere l’aspetto delle prime il più possibile coerente con le seconde, in modo da

ottenere un insieme omogeneo e privo degli “strappi” che fanno la differenza tra un insieme armonico ed un brutto collage di applicazioni diverse.

A questo scopo Jdee mette a disposizione un proprio modulo CMS che consente al personale grafico dell’azienda (o ai suoi consulenti in materia) di modellare ogni dettaglio delle pagine di configurazione fino ad ottenere l’effetto desiderato.

API Rest

Se viceversa si desidera invocare la configurazione di uno specifico prodotto dall’interno di un portale esistente (come un e-commerce) senza dover necessariamente passare ad una pagina diversa, la risposta è il modulo API-REST che consente un dialogo tra le due applicazioni semplice e soprattutto sicuro.

Area Tecnica

Come già detto, Jdee pur non essendo un completo configuratore tecnico, fornisce alcune delle caratteristiche peculiari di questa categoria di prodotti ed è in grado di fornire all’azienda una distinta base completa di componenti, accessori e lavorazioni utilizzati per determinare il prezzo al cliente ma determinanti per la creazione di ordini di produzione dettagliati da trasmettere all’ERP aziendale

Ciascun prodotto (o classe di prodotti) può possedere un numero qualsiasi di caratteristiche (o proprietà della classe), non tutte saranno visibili all’utente o soggette alla sua azione diretta, molte possono essere calcolate per definire grandezze necessarie alla produzione, questo processo è governato da un modulo di gestione di:

Configuratore calcio

Contattaci subito!

* Indica campo richiesto

Formule di calcolo

All’interno di ciascuna formula sono invocabili (come variabili) i valori assunti da ciascuna proprietà valorizzata dall’utente nel suo percorso di configurazione e sulla base di questi calcolare il valore della proprietà cui è associata la formula.

Ad esempio potremmo avere tre proprietà visibili e valorizzabili numericamente in modo libero dall’utente chiamate “Altezza”, “Larghezza” e “Profondità”, una quarta proprietà “Materiale” potrebbe essere valorizzata dall’utente ma attraverso una scelta all’interno di una palette dei materiali disponibili, la proprietà “PesoSpecifico” potrebbe non essere visibile all’utente e valorizzata automaticamente in base al materiale, la proprietà Volume (sempre non visibile) valorizzata per mezzo di una formula basata sulle tre dimensioni, ed una proprietà Peso calcolata utilizzando Volume e PesoSpecifico

Quest’ultima potrebbe essere utilizzata come condizionamento per la scelta di sezioni di travi o per l’inserimento automatico di componenti accessorie come dei rinforzi, il tutto attraverso la:

Logica dei condizionamenti

La struttura dei condizionamenti consente di guidare l’utente verso configurazioni valide e realizzabili, escludendo di volta in volta le scelte rese inutilizzabili dai valori assunti dalle diverse proprietà, o per mezzo di selezioni già fatte dall’utente o attraverso formule di calcolo.

In questo modo un determinato tipo di illuminazione potrebbe non essere utilizzabile a causa del tipo di alimentazione scelto, piuttosto che alcune sezioni delle travi di supporto essere escluse dal peso o dalle dimensioni della struttura.

Per la gestione di componenti che necessariamente debbono essere incluse in forza delle scelte operate nella configurazione corrente intervengono le

Strutture di codifica

Le strutture di codifica rappresentano concettualmente il ponte tra le scelte degli utenti e l’insieme di prodotti e lavorazioni che serviranno a realizzare il modello generato.

Il tramite tra il linguaggio utente, fatto di forme, colori ed opzioni ed il suo corrispettivo tecnico fatto di distinte basi, componenti, lavorazioni, prezzi …

Per mezzo di queste ciascuna scelta fatta potrà portare ad uno o più codici prodotto e lavorazioni, di fatto sono lo strumento con cui addestrare il sistema a generare i codici commerciali che formeranno l’ordine di vendita e l’ordine alla produzione.